Ahil: il rarissimo luppolo sloveno

Il luppolo Ahil è piuttosto difficile da trovare poiché la sua coltivazione in Slovenia è stata gravemente ridotta. C’è stata anche una certa confusione sulla sua vera classificazione. È stato introdotto come luppolo Superstiriano nel 1972 presso l’Hop Research Institute di Zalec. In realtà, però, non è un Superstiriano, è un ibrido, ovvero un incrocio… Continua a leggere

The post Ahil: il rarissimo luppolo sloveno first appeared on Giornale della Birra.

Leggi tutto

Yakima Cluster: il dimenticato

Coltivata per la prima volta alla fine degli anni ’50, Yakima Cluster è la figlia di Late Cluster e la nipote di Pacific Coast Cluster. Non sembra essere adatto né alle regioni di coltivazione dell’Idaho né dell’Oregon negli Stati Uniti, ma sembra prosperare nella più secca Yakima Valley. Viene spesso venduto semplicemente come un luppolo… Continua a leggere

The post Yakima Cluster: il dimenticato first appeared on Giornale della Birra.

Leggi tutto

Yakima Cluster: il dimenticato

Coltivata per la prima volta alla fine degli anni ’50, Yakima Cluster è la figlia di Late Cluster e la nipote di Pacific Coast Cluster. Non sembra essere adatto né alle regioni di coltivazione dell’Idaho né dell’Oregon negli Stati Uniti, ma sembra prosperare nella più secca Yakima Valley. Viene spesso venduto semplicemente come un luppolo… Continua a leggere

The post Yakima Cluster: il dimenticato first appeared on Giornale della Birra.

Leggi tutto

Toyomidori: sfortunato luppolo giapponese

Prodotto in Giappone per Kirin Brewery Co nel 1981 e distribuito nel 1990, Toyomidori è stato in gran parte interrotto a causa di problemi di peronospora. È stata sviluppata insieme a Kitamidori e Eastern Gold come varietà ad alta alfa, ma è stata la meno riuscita delle tre in questo senso. Di questa cultivar, pertanto,… Continua a leggere

The post Toyomidori: sfortunato luppolo giapponese first appeared on Giornale della Birra.

Leggi tutto

Symphony

Nonostante l’altissimo contenuto di alfa acidi e l’eccellente stabilità allo stoccaggio, l’estrema suscettibilità all’oidio ha ampiamente svantaggiato questa varietà dalla diffusione per la produzione commerciale. Symphony è così suscettibile, infatti, alle patologie fungine che i coltivatori in buona parte degli Stati Uniti  hanno deciso di smettere del tutto di coltivarlo per arginare i focolai di… Continua a leggere

The post Symphony first appeared on Giornale della Birra.

Leggi tutto

Symphony

Nonostante l’altissimo contenuto di alfa acidi e l’eccellente stabilità allo stoccaggio, l’estrema suscettibilità all’oidio ha ampiamente svantaggiato questa varietà dalla diffusione per la produzione commerciale. Symphony è così suscettibile, infatti, alle patologie fungine che i coltivatori in buona parte degli Stati Uniti  hanno deciso di smettere del tutto di coltivarlo per arginare i focolai di… Continua a leggere

The post Symphony first appeared on Giornale della Birra.

Leggi tutto

Satus: varietà del futuro?

Satus è una varietà registrata di Yakima Chief Ranches nello Stato di Washington. È un luppolo ad alta alfa a doppio uso considerato ottimo come un luppolo di base pulito quando viene utilizzato all’inizio dell’ebollizione e quando si desidera un pugno di luppolo in più. Se usato tardi, emergono forti note di agrumi. Ad oggi,… Continua a leggere

The post Satus: varietà del futuro? first appeared on Giornale della Birra.

Leggi tutto

Pacific Gem: il neozelandese di carattere!

Pacific Gem è una varietà di luppoli della Nuova Zelanda dal carattere interessante. Allevato presso il New Zealand Horticultural Research Center come incrocio triploide tra Smooth Cone, California Late Cluster e Fuggle, è utilizzato in tutto il mondo in vari stili, ma in particolare nelle lager europee. È stato rilasciato nel 1987. Nonostante i suoi… Continua a leggere

The post Pacific Gem: il neozelandese di carattere! first appeared on Giornale della Birra.

Leggi tutto

Outeniqua: amaro dal Sud Africa

Delicato, gradevole e leggermente piccante, Outeniqua è un eccellente luppolo ad alto alfa amaro proveniente dalla “Terra del latte e del miele”, soprannome della regione sudafricana dove viene coltivato. Utilizzato principalmente solo localmente, Outeniqua presenta un profilo dell’olio ben bilanciato e un aroma forte, incisivo e luppolato. Outeniqua è anche noto come parentale della varietà… Continua a leggere

The post Outeniqua: amaro dal Sud Africa first appeared on Giornale della Birra.

Leggi tutto

Outeniqua: amaro dal Sud Africa

Delicato, gradevole e leggermente piccante, Outeniqua è un eccellente luppolo ad alto alfa amaro proveniente dalla “Terra del latte e del miele”, soprannome della regione sudafricana dove viene coltivato. Utilizzato principalmente solo localmente, Outeniqua presenta un profilo dell’olio ben bilanciato e un aroma forte, incisivo e luppolato. Outeniqua è anche noto come parentale della varietà… Continua a leggere

The post Outeniqua: amaro dal Sud Africa first appeared on Giornale della Birra.

Leggi tutto