Birra agricola: serve più luppolo italiano

“Il forte sviluppo della filiera della birra agricola fatto registrare nell’ultimo decennio ha evidenziato la necessità di riuscire ad avere dei luppoli di origine nazionale, così da dare agli agricoltori la possibilità di fregiarsi di un prodotto 100% italiano; oggi, infatti, tutte le birrerie agricole utilizzano per lo più malto italiano, ottenuto dalla coltivazione di… Continua a leggere

Leggi il seguito

Birra agricola: serve più luppolo italiano

“Il forte sviluppo della filiera della birra agricola fatto registrare nell’ultimo decennio ha evidenziato la necessità di riuscire ad avere dei luppoli di origine nazionale, così da dare agli agricoltori la possibilità di fregiarsi di un prodotto 100% italiano; oggi, infatti, tutte le birrerie agricole utilizzano per lo più malto italiano, ottenuto dalla coltivazione di… Continua a leggere

Leggi il seguito

Birra agricola: serve più luppolo italiano

“Il forte sviluppo della filiera della birra agricola fatto registrare nell’ultimo decennio ha evidenziato la necessità di riuscire ad avere dei luppoli di origine nazionale, così da dare agli agricoltori la possibilità di fregiarsi di un prodotto 100% italiano; oggi, infatti, tutte le birrerie agricole utilizzano per lo più malto italiano, ottenuto dalla coltivazione di… Continua a leggere

Leggi il seguito

Birra agricola: le tante contraddizioni di un fenomeno tutto italiano

Se il fenomeno della “birra artigianale” ha segnato il passo della fase pionieristica del movimento brassicolo italiano, oggi è di gran moda la “birra agricola”, ovvero quella prodotta seguendo i dettami della produzione artigianale da parte di aziende agricole che, a tutti gli effetti, possono definirsi birrifici agricoli. Molti imprenditori del settore hanno voluto caratterizzare… Continua a leggere

Leggi il seguito

Il CERB è Centro di certificazione per il luppolo riconosciuti a livello nazionale

Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari Forestali e del Turismo – MiPAAFT – con il Decreto n°4281 del 20/07/2015, ha stabilito secondo la Direzione Generale delle Politiche Internazionali e dell’Unione Europea (PIUE), l’Autorità di certificazione competente per l’Italia ai sensi Regolamento (CE) n. 1850 della Commissione del 14/12/2006 relativo alle modalità di certificazione del luppolo… Continua a leggere

Leggi il seguito

La filiera di trasformazione del luppolo nel nostro Paese: un progetto in via di sviluppo

Uno dei principali obiettivi che hanno deciso di prefiggersi gli addetti ai lavori del settore brassicolo artigianale italiano è dunque la realizzazione di un prodotto che possa arrivare a contenere materie prime nostrane al 100%. Per raggiungerlo, oggi il dibattito è sicuramente incentrato sulla necessità di creare una filiera di trasformazione di luppoli selvatici, nati… Continua a leggere

Leggi il seguito

La legislazione europea sul luppolo: quadro normativo di riferimento per i produttori italiani

Le normative europee che regolano la produzione e la vendita del luppolo sono principalmente due: il Reg. CE. N. 1952/2005 DEL CONSIGLIO del 23 novembre 2005 relativo all’organizzazione comune dei mercati nel settore del luppolo e che abroga i regolamenti (CEE) n. 1696/71, (CEE) n. 1037/72, (CEE) n 879/73, (CEE) 1981/82 e il Reg. CE…. Continua a leggere

Leggi il seguito

Tempo di raccolta del luppolo: ecco come certificare le produzioni italiane!

I luppoleti italiani realizzati professionalmente sono ancora uno sparuto numero a livello nazionale e, per la maggior parte, ancora in fase giovanile, quindi non pienamente produttivi a livello di qualità e quantità. L’interesse crescente per la creazione di una filiera 100% italiana nella produzione dell’essenza amaricante ed aromatizzante d’eccellenza della birra, ha però mosso nelle… Continua a leggere

Leggi il seguito

Malti tedeschi (industriali), luppoli inglesi e americani: la birra artigianale italiana esiste davvero?

Le notizie di nuove acquisizioni ed “affiliazioni”  di microbirrifici italiani da parte dei grandi gruppi industriali continuano a rincorrersi, tra indiscrezioni e velati comunicati stampa. Di fronte a questi eventi,  normali, prevedibili e fisiologici nell’evoluzione di un comparto economicamente in  crescita, numerosi appassionati  della birra, gridano allo scandalo ed al tradimento dei principi etici dell’artigianalità… Continua a leggere

Leggi il seguito

“La birra italiana non esiste”… eppure potremmo brassarla!

  “La birra italiana non esiste”: un’affermazione forte, quasi sconcertante; un motto dal tono polemico che sembra volere attirare una nota di egocentrismo su chi la pronuncia e lanciare ingiustificato discredito sui tanti microbirrifici artigianali che costellano la nostra Nazione. Una frase che incomincia, invece, ad assumere un significato sempre più forte e che porterà… Continua a leggere

Leggi il seguito