Luppolo in Italia, interesse del XXI secolo? No, se ne scriveva già nel 1836!

Il luppolo rappresenta per l’Italia del 2020 una grande sfida nel campo agricolo: l’introduzione dei primi impianti professionali, la continua ricerca per la messa a punto dei sistemi colturali, gli studi varietali e l’avvio di un processo di meccanizzazione delle fasi in campo e di trasformazione sembrano creare tutte le basi per la costituzione di… Continua a leggere

Leggi il seguito

Luppolo&Co. L’unione fa la forza! Una storia tutta italiana per lo sviluppo della coltura in Italia

La Cooperativa Luppolo&Co. nasce con un obiettivo comune a tutti i soci, la collaborazione e la realizzazione di un mercato nazionale ed internazionale per il luppolo italiano. L’obiettivo comune che avvolge tutti i componenti della cooperativa è quello di portare avanti la catena del luppolo, dalla produzione secondo regole che permettano di avere il miglior… Continua a leggere

Leggi il seguito

Viaggio nell’Italia del luppolo: alla scoperta del luppoleto di PoliHops in quel di Santarcangelo di Romagna

L’interesse per la birra artigianale in Italia ha portato allo sviluppo di un intenso spirito di iniziativa anche nell’ambito della realizzazione di una vera e propria filiera di produzione delle materie prime a livello nazionale. Una visione ambiziosa e difficile da realizzare, ma non utopistica. Infatti, anche se si registra ancora una complessiva arretratezza nello… Continua a leggere

Leggi il seguito

La complessità della chimica degli strobili: un approfondimento sulla composizione del luppolo

La complessità della composizione chimica delle infiorescenze del luppolo è nota fin dall’antichità. Grazie allo sviluppo delle tecniche analitiche, i ricercatori scientifici hanno cercato di indagare sempre più nel dettaglio le caratteristiche delle molecole che rendono l’essenza utile non solo ai fini alimentari, quale la trasformazione in birra, ma anche interessante per altri impieghi nutraceutici… Continua a leggere

Leggi il seguito

Gestione del luppoleto: le principali fitopatologie non fungine

Il luppoleto, oltre ad essere soggetto ad una varietà piuttosto ampia di malattie fungine, per le quali è necessario porre in essere costanti cure colturali e specifici interventi fitosanitari, risulta suscettibile, in misura variabile in funzione della varietà e delle condizioni pedoclimatiche, ad altri attacchi da parte di fitopatogeni di differente natura. Tra le principali… Continua a leggere

Leggi il seguito

Gestione del luppoleto: le fitopatologie fungine

La coltivazione del luppolo, pur apparendo piuttosto semplice a livello di gestione colturale grazie alla elevata vigoria della pianta, risulta in realtà condizionata dalla presenza di molte fitopatologie della coltura. In Italia, inoltre, risultando ancora registrati pochissimi prodotti fitosanitari impiegabili sul luppolo, la difesa risulta ancor più ostica e deve, quindi, prendere in considerazione non… Continua a leggere

Leggi il seguito

Le tecniche di propagazione del luppolo

Gli  hobbysti ed i professionisti della coltivazione del luppolo si trovano nella necessità costante di moltiplicare e rinnovare le piante del proprio luppoleto. Le tecniche che si possono applicare, pur risultando piuttosto validi in termini di successo di attecchimento grazie alla particolare vigoria della pianta di luppolo, devono comunque garantire alcuni aspetti fondamentali, tra cui… Continua a leggere

Leggi il seguito

Gestione del luppoleto: la cura annuale della chioma

Nel luppoleto, ad ogni inizio della stagione vegetativa risulta necessario predisporre i sistemi di sostegno costituiti da fili verticali. Questa operazione è necessaria per il sostegno verticale del fusto. Una volta che le piante hanno attecchito, si interrano nel suolo dei ganci in ferro a “U” nella immediate vicinanze delle stesse. Dai ganci verranno fatti… Continua a leggere

Leggi il seguito